Livon

Livon

There are no products matching the selection.

La donna alata di Livon, un segno inconfondibile per chi assieme a un vino eccellente vuole assaporare un vero mondo a parte: il Friuli. Una terra fortunata dove crescono antichi vitigni autoctoni, unici al mondo, e dove il vino non è solo piacere del palato ma cultura e tradizione millenaria. Risale agli inizi degli anni Ottanta la decisione di diversificare la produzione dei vini che, mantenendo un'alta qualità, potessero sviluppare due differenti concetti strategici. I vini Cru, con produzioni limitate, ottenuti da vigneti particolarmente vocati con lavorazioni sia di tipo agricolo che enologico estremamente selezionate ed i vini classici destinati a svilupparsi in maniera importante, anche come quantità, nel segmento medio/alto del mercato. I principi organizzativi e produttivi alla base dei risultati ottenuti sono la riduzione della quantità ottenute per ettaro, potature più corte, l'infittimento dei vigneti già esistenti, l'impianto di nuovi vigneti ad elevato numero di ceppi per ettaro e la creazione di due cantine distinte, la cantina di "Masarotte" e la cantina di "Vencò". La successiva svolta strategica dell'Azienda avviene nel corso del quinquennio che va dal 1992 al 2001 quando, rendendosi conto che per poter rimanere competitivi all'interno di un mercato i cui scenari andavano rapidamente cambiando, i Livon decidono di acquistare quattro aziende agricole: Villa Chiopris e Tenuta Roncalto in Friuli, Borgo Salcetino si trova in Toscana in zona Chianti Classico e l'azienda Fattoria Colsanto in umbria zona DOCG Montefalco.