Chateau Lafon-Rochet

Chateau Lafon-Rochet

2 oggetto(i)

2 oggetto(i)

Show More Products

Saint-Estèphe è la denominazione del Médoc che sta proprio nel mezzo tra Pauillac e Margaux e, a onor del vero, talvolta viene trascurata per l’ingombrante presenza dei due colossi a nord e sud lungo l’estuario della Gironda. I vini di Saint-Estèphe riescono a coniugare l’eleganza di Margaux con la longevità di Pauillac e in talune annate sono addirittura più lenti di questi ultimi nello sviluppo e nella maturazione. Alcune etichette sono tacciate di mancanza di eleganza che, tuttavia, per i migliori château è invece un “marchio di fabbrica”. I suoli anche qui fanno la differenza: un blend di calcare, sabbia, argilla, silex, sassi vulcanici e quarzo formano lo scheletro di morbidi rilievi, ricchi di sassi e capaci di garantire un ottimo drenaggio. È questo il teatro di Château Lafon-Rochet, azienda spesso sottovaluta ma capace di mostrare tutta la longevità e la finezza del terroir di Saint-Estèphe. Dal 1650 conserva questo nome e oggi, sotto la guida Basile Tesseron, è formata da 45 ettari di vigna d’età media pari a 40 anni e densità di 9.000 piante. Nel vigneto troviamo un mix formato dal 55% di Cabernet Sauvignon, il 40% di Merlot e un 5% di Cabernet Franc, a grandi linee lo stesso blend dell’uvaggio del vino di punta. La produzione media è di 240.000 bottiglie.